sabato 8 dicembre 2007

Umberto Bossi delirante


Sono ottimista e non lo voglio prendere sul serio. Per me Umberto Bossi (nella foto - fonte Terrorpilots), il leader della Lega Nord, ormai ha perso la testa e non c'è più da stupirsi se ogni tanto se ne esce con discorsi assurdi.
Oggi, di fronte alla Prefettura di Bergamo, in occasione di una manifestazione in sostegno dei sindaci padani che hanno in vario modo tentato di introdurre norme contro gli immigrati, è riuscito a dire questo:

"Abbiamo il dovere morale di liberare il nostro popolo da questa Italia schiavista. Il potere colonialista imbecille non capisce che il popolo aspetta solo il momento per attaccare, e quel momento verrà. [...] Prepariamoci moralmente per la lotta, anche se si rischierà di lasciarci la vita."

Prepararsi "moralmente alla lotta"? Ma stiamo scherzando?
La cosa che mi fa più rabbia è che se esistono persone come Bossi significa che ci sono molti che li seguono.
E' grave dare simili messaggi, ammiccando al più becero razzismo di chi non accetta il diverso. Ma ancora più pericoloso è cercare delle "obiettive" ragioni per sostenere simili comportamenti, magari utilizzando il clamore di orribili fatti di cronaca dove i media amano dare ancor più risalto ai crimini commessi dagli stranieri.

Senza parlare poi della voglia profonda di ridividere l'Italia alla faccia di chi nel passato ha dato la vita per donarci un Paese unito.
Come scrissi in un altro post, la Lega Nord è un partito da ABOLIRE perché in contrasto con i principi costituzionali.
Non si può lasciar passare richiami alla guerra civile così alla luce del sole!
Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano deve ammonire non solo verbalmente Umberto Bossi o altrimenti è anche lui responsabile se un giorno le parole del senatur verranno messe in pratica da qualche gruppo di fomentati padani.

14 commenti:

doc63 ha detto...

Spiacente G.Tonetti,ma le parole di Bossi,sono giá da anni nella bocca di tanti nordisti,stanchi di pagare e dover accettare determinate cose,per poi vedere che al sud tutto é concesso,penso che Bossi sia il furbacchione di turno che lo dice apertamente e quelli che la pensano cosí LO SEGUONO E GLI DANNO RAGIONE.
Si sá che prima o poi succederá l´inevitabile,ovvero che qualche gasato metterá in opera tali parole, ma verrá usato come prova del malcontento di tutto il Nord, un martire insomma..

Anonimo ha detto...

"LO SEGUONO E GLI DANNO RAGIONE"!!!.
Lui fa il matto e gli danno e ragionelo seguono.Ma dove è più la ragione?.Dormee il sonno della ragione genera mostri.Con nostra buona pace.

max ha detto...

Si è insensato, e sbagliato, ma comincia a divenire sensato, per colpa di gente vecchia, che si siede sulle poltrone del potere, e gira in circolo per anni sull'elezione ottenuta. Napolitano non si può offendere per la costituzione, ma sa fare discorsi alti, per tutelare l'oligarchia stanziante dell'attuale classe politica, condannando le manifestazioni come una non dimostrazione della volontà popolare.Questo è cinico centralismo politico, che non accetta i canali sociali del pubblico dissenso. Non tutti i pachidermici tirannosauri del passato burocratico comunista si sono estinti, ed il riformismo è solo una maschera di un potere vecchio che uccide per asfissia la nazione. La gente è stanca perché, i sacrifici sono inutili, se qualcuno usa i soldi del nostro sangue per giungere a Capri con lo yacht, a fare la bella vita per suo godimento. Meglio della guerra, è meglio questa corruzione, ma ogni santo ballo prima o poi stufa, è questi mettono sempre la stessa musica, facendo sembrare Bossi, come la sola alternativa al ballo lento danzato solo da vecchi tardoni decadenti, stufi di tutto e di tutti.

Anonimo ha detto...

Mi sembra che i suoi "alleati" politici negli ultimi anni non hanno mai proferito una parola di dissenso alle sparate di Bossi; liquidandle come "battute".
Allora! Chi è corresponsabile morale se veramente a qualche gasato compie una pazzia?
Perché prendersela con il Presidente della Repubblica se i "mandanti" sono altri?

Anonimo ha detto...

La politica è una carogna, perchè la strategia almeno, lascia presagire il tradimento quando la torta è sul tavolo, ed i giochi sono fatti. La politica invece ti usa , come il re usa lo schiavo. Il bue si sente il più forte, perchè tira il carretto pensando che il suo lavoro sia per una dorata patria ricca di paglia, ma nella realtà , altri usano il suo lavoro,promettendogli un mondo nuovo. Non esiste un bue, ma un'aquila ed un falco, destinati al trono del re.Muggire non significa, ruggire, ma per un coniglio penso sia difficile distinguere un suono da un'altro, nel campo dei fiori.

pp ha detto...

Le sparate di Bossi sono in realtà la sua sconfitta.
Infatti il malcontento tra i padani è ormai molto ampio, e molti non accettano più di essere l'unica zona della penisola che produce veramente reddito e che molte amministratori delle regioni meridionali non si pongano il minimo problema a far quadrare i conti (vi ricordate Taranto?, oppure il buco della sanità laziale?).
Questa insofferenza e trasversale, senza differenza di censo o livello culurale.
Se il carroccio fosse composto da più Maroni e meno Borghezio vi assicuro che il successo elettorale sarebbe amplissimo, sostenuto da quelle fasce che ragionano meno con lo stomaco e che al momento non riescono a mettere la croce sui Lumbard.

pp ha detto...

Le sparate di Bossi sono in realtà la sua sconfitta.
Infatti il malcontento tra i padani è ormai molto ampio, e molti non accettano più di essere l'unica zona della penisola che produce veramente reddito e che molte amministratori delle regioni meridionali non si pongano il minimo problema a far quadrare i conti (vi ricordate Taranto?, oppure il buco della sanità laziale?).
Questa insofferenza e trasversale, senza differenza di censo o livello culurale.
Se il carroccio fosse composto da più Maroni e meno Borghezio vi assicuro che il successo elettorale sarebbe amplissimo, sostenuto da quelle fasce che ragionano meno con lo stomaco e che al momento non riescono a mettere la croce sui Lumbard.

Anonimo ha detto...

il nord confina con la francia,la svizzera,l'austria e la slovenia,
da qui la gente vede come si vive di la'dei vecchi confinie voi pensate che accetti di essere trascinata verso il vostro splendido mediterraneo,non illudetevi non manca molto

Anonimo ha detto...

Bossi interpreta il pensiero di molti qui al nord.
La gente è stanca di lavorare per mantenere i fannulloni, è stanca di sopportare il clima di terrore e disordine conseguente all'invasione (benedetta da molti) di stranieri (molti dei quali sono qui solo per delinquere, attirati dall'impunità).
Gli imprenditori e i comunisti vogliono le stesse cose (anche se per ragioni diverse), ma i cittadini del nord sono abituati a lavorare e vivere civilmente; oggi si lavora ma non si riesce più a vivere in questa situazione di degrado economico e sociale.
Non sottovalutate Bossi, non per lui ma per quelli che si sono realmente rotti i co....oni e che sentono da lui quello che già da molto pensano.

max ha detto...

Tonetti ho dato uno sgurado al suo blog e siceramente tra le "sparate" di Bossi e tutte le sue invettive su Berlusconi preferisco le sparate di Bossi per il semplice motivo che hanno un fondamento di verità; questo detto da uno del centro Italia che vive al Nord. Lei invoca l'intervento del presidente Napolitano, per fare cosa? Il presidente Napolitano resta il rappresentante di una sola parte politica. Infatti mesi orsono disse che Prodi doveva avere una maggioranza politica senza i senatori a vita; dichiarazione dimenticata e disattesa. La non sicurezza degli italiani non è una invenzione dell'opposizione, è qualche cosa che stiamo vivendo negativamente sulla nostra pelle. Le cito solo un dato: a differenza di alcuni anni orsono la popolazione carceraria è composta da circa il 45% da stranieri. Questo dato vorrà pure dire qualche cosa, considerato che ormai per diversi reati non si va più in galera tra norme troppo garantiste, magistrati fuori dalla realtà ed indulto. Il presidente Napolitano dovrebbe rendersi conto di questa situazione, dovrebbe preoccuparsi della Costituzione che viene disattesa in molti suoi punti; ne cito solo alcuni: art 21 titolo I, art 29 e 30 titolo II, art 38 titolo III.

Giorgio ha detto...

Per l'anonimo: Il tuo tanto amato Nord sarebbe quello che fa strage di innocenti che cercano solo di portare a casa uno stipendio per poter campare loro e le loro famiglie?? Hai letto i fatti recenti di Torino?? Saranno i fascisti e gli scissionisti del Nord a provvedere alle vedove ed ai figli di quei povereti arsi vivi in quella acciaieria infernale?? Io dico che i politici del Nord, invece di sparare tante cazzate, si dovrebbero preoccupare di più della salute e salvaguardia fisica degli operai, perchè sono (o dovrebbero essere) più vicini geograficamente a certe realtà, smettendola una volta per tutte di criticare Roma bollandola come "ladrona" ma preoccupandosi della tutela dei lavoratori. Ma finchè ci saranno tanti stronzi vestiti di verde che lo seguono, on cambierà mai nulla..Per questo anche io mi auspico un pronto intervento del Presidente Napolitano diretto a cacciare per sempre dal Parlamento idioti del calibro di Bossi, Maroni, Borghezio, Calderoli ecc.. Forza Presidente, è ora di fare pulizia!!

Anonimo ha detto...

Caro Tonetti, in primis chi si crede di essere lei per permettersi di fare insinuazioni sullo stato mentale di Umberto Bossi, in secondo luogo lei forse gli da torto perchè non sa veramente cosa vuol dire abitare in paesi di provincia, piccoli o grandi che siano, che sono sempre più popolati da extracomunitari od addirittura da italiani -del sud ovviamente- che non avendo voglia di lavorare vengono al nord e vogliono campare sulle nostre spalle.Siamo arci stufi di questa situazione, dove la nostra gente, i nostri padri e le nostre madri, gli anziani ed i bambini, hanno paura ad uscire dalle loro case, costruite con sudore e sacrifici, perchè sanno che una volta girato l'angolo, potrebbero trovare un extracomunitario o un meridionale pronto a menare o addirittura ad ammazzare, pur di rubare 50 euro.E noi dovremmo stare zitti e fermi vedendo questo scempio a casa nostra?Dovremmo stare zitti vedendo un nord sempre più invaso dalla delinquenza straniera e dalla criminalità organizzata?
Il nord deve essere delle persone del nord, e l'unico modo per far si che questo accada è creare un regime che ci consenta di combattere l'invasore straniero,extracomunitario ed in molti casi italiano, senza esclusione di colpi.Solo così riusciremo ad avere un nord di soli nordisti, con le nostre tradizioni e con la nostra vita tranquilla e serena.
Io credo che questo giorno non sia poi così lontano, anche perchè siamo talmente stufi, che è solo questione di tempo ma la rivolta scoppierà.
E voglio che lei sappia signor Tonetti, come voglio che lo sappiano tutti i lettori di questo blog che se ci sarà da scendere in piazza a combattere, io ed il mio gruppo saremo i primi, tutti insieme, UNITI PER UN NORD LIBERO!!

Dani ha detto...

'costruite con sudore e sacrifici'.. Oh,povere stelline.. che melodramma tragico.
Per tua norma e regola: extracomunitari e meridionali sono li da voi perchè VOI non lavorate e lo fanno LORO per voi.
Poi,stampati bene questo:
1-IO sono di Roma, LA CAPITALE.. tu sarai di un paesino che ha pecore e montagne.. NOI SIAMO LA CAPITALE,voi NON SIETE UN CAZZO..UN CAZZO!!!!
2-IO sono laureato in Statistica... come vedi IO sono istruito,tu al massimo tagli la legna vicino alla stalla del paesello di montagna.
3-IO lavoro,tu non credo (altrimenti non scriveresti queste stronzate).
4-IO sono d'accordo con te a volere la secessione.. staccarci da voi è la cosa a cui più aspiro.. e se vi staccate AVRETE ANCHE VOI UN SUD!SUCATEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!

Detto ciò.. puoi allegramente evitare di scrivere banalità del genere,ti rendi uno zimbello. Scommetto che se hai la 3^media è grasso che cola. Accetta la cosa com'è: NON VALI UN CAZZO,la capitale siamo noi,toglietevi dalle palle che nell'Italia NON VI VOGLIAMO!!!
Me ne sbatto altamente i coglioni che scendi in piazza. Scendi pure (sempre se ce l'hai una piazza.. IO ho piazza del Popolo,piazza di Spagna.. tu avrai la piazzetta del paese di Heidi dove di pisciano le galline).
E,fattelo dire col cuore in mano..
SEI UN GRAN PEZZO DI MERDA!!!

Giorgio ha detto...

Mi sento di condividere pienamente il commento di Dani, il nord è pieno di meridionali e stranieri che lavorano al posto della gente COL CERVELLO PIENO DI MERDA CHE NON SA FARE ALTRO CHE SCRIVERE CAZZATE SUI BLOG E NON HA NEMMENO LE PALLE DI DIRE IL SUO NOME!!!!!!!!! Peccato, mi piacerebbe saperlo..più che altro perchè non mi piace mandare affancuno i cidardi..mi sembra di sparare sulla croce rossa. Sei solo un LEGHISTA DEMMERDA che abita chissà dove e non ha mai visto una VERA città come Roma e Napoli che malgrado i loro problemi sono nettamente migliori delle vostre città piene di nebbia, smog e FASCI INFAMI!!!
Abbi rispetto le patria che ti ha generato, sono state fatte delle guerre per unificarla, e ora arriva UN BRANCO DI STRONZI COME TE E I TUOI AMICI CON UN CRICETO MORTO NEL CERVELLO. L'italia è una e una deve restare, senza TESTE DI CAZZO COME TE che per riempire in qualche modo la propria squallida vita scendono nelle piazzette di paese piene di merda di vacca a dire quattro boiate a gente ALTRETTANTO FALLITA COME TE che ci perde pure tempo ad ascoltarvi! Se non ti piace questa situazione sei liberissimo di trascinare la TUA SQUALLIDA PERSONA fuori da questo paese e magari portati gli altri FASCI AMICI TUOI, può darsi che altrove troviate gente seria che una buona volta vi metta a lavorare seriamente invece di PARLARE A CAZZO dicendo che gli immigrati vi fregano il lavoro!
Spero di essere stato abbastanza chiaro e ti ripeto: SEI UN PEZZO DI MERDA CHE NON CAPISCE UN CAZZO DI NIENTE NONCHE' UN FASCIO DEMMERDAAAAAAAA!